IUPPITER GROUP | MEDIA • IuppiterNews • Iuppiter TV • Chiaia Magazine • La rivista del mare | LIBRI • Catalogo • Store
home | quelli di chiaia | S.O.S. chiaia | archivio numeri | news | primo piano | sollecitazioni | quartierissime | grande napoli | mobilità | banconote | saper vivere | movida
     
 
 
Rischio sismico, 19 milioni dal Governo
 
 
Mettere in sicurezza la zona vesuviana e altri territori campani dai pericoli sismici. Previsti meno di 20 milioni. Basteranno?

di Domenico Cortese
 
Regione e Trasporti. Il governo autorizza il piano di rientro dal debito del trasporto pubblico locale e la Regione, immediatamente, vi destina la quota di 147mln di euro di rivenienze del Fondo Coesione e Sviluppo (ex Fas) attribuitole da un delibera Cipe ed altri 15mln di sua titolarità. Prosegue, insomma, il risanamento del comparto dei trasporti regionali che Santa Lucia sta portando avanti consapevole dell’importanza di questo servizio. La stazione terminale è ancora lontana, ma, se è vero, com’è vero, che la qualità del servizio - nonostante qualche obiettiva difficoltà, ancora esistente - comincia a dare segnali di miglioramento, significa che la strategia prevista dal piano straordinario per il recupero del settore sta funzionando ed il cronoprogramma sta rispettando i tempi fissati. Certo la strada per uscire dal tunnel è ancora lunga, ma la determinazione nel proseguire l’opera è quella giusta. Speriamo bene. Ed ecco un quadro dei prossimi investimenti regionali.
 
Ricerca
2,4miliardi di euro è questa la cifra messa disposizione del progetto Cyber Brain dalla Regione Campania. Una cifra, sostanziosa, investita nello sviluppo di programmi che possono costruire sistemi di competenze e governance. Un’iniziativa che conferma la leadership della Campania fra le Regioni italiane per gli investimenti in ricerca scientifica ed innovazione rispetto al Pil. La quota più consistente di risorse proviene con 1,1mld dal Pon Ricerca & Competitività; segue, con 550mln, il Pon Fesr Asse 2; poi, con 395mln, l’obiettivo Sviluppo società dell’informazione, mentre 300mln arriveranno dal Bilancio Nazionale, il resto da altre fonti di finanziamento.

Rischio sismico
19,3milioni di euro, è la somma che il Governo ha deciso di investire in Campania per la prevenzione del rischio sismico. Con questi fondi sarà possibile realizzare interventi di indagini di microzonazione sismica; interventi strutturali di rafforzamento locale o di miglioramento sismico, ma anche di demolizione e ricostruzione di edifici d’interesse strategico ed infrastrutture ed interventi di rafforzamento anti sismico di edifici privati.
 
Sicurezza
4milioni di euro del Programma Operativo Nazionale, gestito dal Ministero dell’Interno, renderanno possibili 18 interventi in materia di installazione di telecamere a tutela dei centri storici, delle aree commerciali e turistiche.
 
Trasporto locale
15milioni di euro dalla Regione Campania per i lavoratori delle aziende regionali del trasporto pubblico locale. Fondi che saranno così distribuiti: 8mln serviranno ad avviare interventi d’integrazione dei contratti di solidarietà; 6mln saranno investiti per incentivare l’esodo ed 1mln per attivare percorsi formativi e di riqualificazione del personale.
 
Politiche sociali
10milioni di euro della Regione Campana per le politiche sociali. Finanzieranno 54 progetti scelti fra 300 complessivamente presentati, per il sostegno alle famiglie che vivono in situazioni di difficoltà in conseguenza della presenza al loro interne di persone colpite da malattie progressivamente invalidanti e valorizzare le formazioni sociali a sostegno di iniziative sperimentali a favore di persone non autosufficienti.
 
Sviluppo e Coesione
147milioni di euro è questa la quota di risorse del Fondo Sviluppo e Coesione (ex Fas) relative al settennio 2000/2006 che la Regione si è visto recapitare da una delibera Cipe e che ora dovrà provvedere a riprogrammare, somma che Palazzo Santa Lucia intende utilizzare per dare il via al Piano di rientro del debito nel comparto del trasporto pubblico locale.
 
Fondo piccole opere
29,7mln di euro è l’ammontare delle risorse che una delibera Cipe attribuisce alla Regione Campania, mediante il Provveditorato alle opere pubbliche Serviranno a realizzare 43 interventi su immobili pubblici o infrastrutture di servizio. Fra gli interventi previsti: il recupero del percorso borbonico e la manutenzione del complesso di Nisida, lavori da effettuare presso la Questura di Napoli, la riqualificazione dell’Ufficio del Lavoro di via Vespucci ed il complesso monumentale di San Francesco di Paola.
 
Microcredito
65milioni di euro stanziati dalla Regione Campania per il sostegno al microcredito, in tutte le 5 province campane, in proporzione alla percentuale di scolarizzazione, disoccupazione, immigrazione, professionisti e soggetti non bancabili che diversamente non avrebbero alcuna possibilità di accedere a finanziamento bancario. Le risorse sono finalizzate alle imprese costituite ed in costituzione. A gestirle sarà la società in house della Regione Campania, Sviluppo Italia, che nei prossimi mesi individuerà la banca partner dell’iniziativa. L’operazione consentirà anche la possibilità di un tutoraggio gratuito nella fase di start up delle imprese nascenti.
 
Agricoltura
103mln di euro provenienti dal Piano di Sviluppo Rurale a disposizione dei Progetti integrati rurali per le aree protette (Pirap). Potranno avvalersene nove parchi regionali, il Parco nazionale del Cilento e Vallo di Diano e 209 comuni (il 38 per cento dei 551 comuni della Campania) localizzati all’interno del perimetro del Parco. Dovranno servire a valorizzare le aree interne, per l’incentivazione dell’imprenditoria e per il potenziamento infrastrutturale dei comuni che compongono la struttura dei parchi regionali. I progetti approvati sono 12 di cui 2 relativi al comparto cerialicolo, 1 al vitivinicolo, 5 all’ortofrutticolo, 1 a quello della carne, 3 a quello delll’olio.
20mln di euro anticipati dalla Regione Campania a 357 imprese regionali che sono ancora in attesa di ricevere dall’Agea, l’Ente che per conto dello Stato provvede all’erogazione delle risorse alle aziende, la quota statale loro spettante a copertura dei progetti realizzati in relazione ai programmi di sviluppo rurale.
 
Hi-tech
5,5mln di euro è il totale che il Ministero dell’Istruzione Università e Ricerca (Miur) ha messo a disposizione dell’Imast di Portici per la realizzazione dei progetti “Macadi” (2,7mln) ed “Impresa” (2,8mln) per la ricerca industriale nel campo dei materiali polimerici e dello sviluppo innovativo.
 
Fincantieri
140mln di euro. È questo l’ammontare del prestito che la Banca Europea degli Investimenti, ha concesso a Finacantieri, azienda stabiese leader del settore della cantieristica navale, di avviare immediatamente i propri programmi di sviluppo e ricerca. La ricerca di Fincantieri sarà rivolta soprattutto a mettere a punto navi a basso impatto ambientale, sia per i materiali utilizzati che per quanto riguarda il consumo di carburante.
 
 
27 luglio 2012
 
Indietro
 
 
© 2005 - 2017 chiaiamagazine.it | tutti i diritti sono riservati | edizione Iuppiter Group | P.IVA IT07969430631